0
0
0
s2sdefault

Quarto appuntamento con il ‘Sale della terra’, la rubrica di Radio Portalecce che va in onda ogni venerdì alle 18.

0
0
0
s2sdefault

Era la notte di Natale del 1599. Il buio che avvolgeva Lecce veniva rischiarato solo da lucerne e candele. I fedeli già si spargevano per le viuzze cittadine, levando al cielo scuro inni e preghiere.

0
0
0
s2sdefault

C’è anche il riconoscimento delle virtù eroiche per il Servo di Dio Vincenzo Maria Morelli tra i decreti che Papa Francesco ha autorizzato ieri ricevendo in udienza il Prefetto per la Congregazione dei Santi, il card. Angelo Becciu.

0
0
0
s2sdefault

È protettrice di artiglieri, minatori, vigili del fuoco, depositi di munizioni che da lei presero il nome di ‘santabarbara’; viene invocata per allontanare i fulmini.

0
0
0
s2sdefault

Sant’Alò viene invocato “oh sant’Alò!” di fronte all’altrui ingenuità, all’altrui candore. E può darsi si tratti del sant’Alò proverbiale in Toscana per la sua nullaggine (fare come sant’Alò: che lasciò il mondo come lo trovò, che prima morì e poi si ammalò…); “Sant’Alò! È anche un’esclamazione di rimprovero o d’impazienza.

0
0
0
s2sdefault

Nell’animo di quanti amano ed onorano la Madre di Dio la data del 21 novembre è scritta a caratteri d’oro. Il calendario cattolico, come quello delle Chiese Orientali, fissa proprio in questo giorno la memoria solenne della Presentazione di Maria al Tempio.

 

Forum Famiglie Puglia