Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

La comunità della matrice di Surbo, che sta vivendo intensi giorni di preghiera in vista della memoria liturgica di Maria Santissima di Loreto, ieri ha accolto festante l'arcivescovo di Lecce.

0
0
0
s2sdefault

“Il Sommo PonteficeFrancesco ha decretato con la sua autorità che la memoria facoltativa della Beata Maria Vergine di Loreto sia iscritta nel calendario romano il 10 dicembre, giorno in cui vi è la festa a Loreto, e celebrata ogni anno. Tale celebrazione aiuterà tutti, specialmente le famiglie, i giovani, i religiosi, a imitare le virtù della perfetta discepola del Vangelo, la Vergine Madre che concependo il Capo della Chiesa accolse anche noi con sé”.

0
0
0
s2sdefault

È stata una mattinata ricca di amore e fede quella di domenica scorsa. In occasione della commemorazione dei fedeli defunti i ragazzi di Santa Maria del Popolo di Surbo, accompagnati dalle rispettive catechiste e dal parroco don Mattia Murra, hanno fatto un bellissimo pellegrinaggio verso il "camposanto" del paese per invadere il cimitero di foglie di alloro.

0
0
0
s2sdefault

È stata una giornata ricca di appuntamenti quella di domenica 22 settembre. In occasione del secondo anniversario della dedicazione della matrice di Surbo, infatti, si è tenuta l’apertura dell’anno catechistico: nel pomeriggio i bambini e i ragazzi di tutti i corsi di catechesi, guidati dai loro catechisti e dai giovani animatori, hanno portato una ventata di allegria e vivacità in Piazza Unità Europea con le loro urla festanti e giochi divertenti.

0
0
0
s2sdefault

“Prima di essere un buon cristiano, Sant’Oronzo è stato un onesto cittadino. Per diventare santi bisogna essere contenti di ciò che si fa”: queste le parole di incoraggiamento che don Mattia Murra ha rivolto ai tantissimi studenti di ogni età presenti durante la messa di domenica scorsa nella matrice di Surbo.

0
0
0
s2sdefault

Ieri è stato un giorno importante per la comunità di Surbo: insieme alla gioia dei festeggiamenti civili all’insegna del divertimento, tanti spunti di riflessione durante la celebrazione eucaristica e la solenne processione. In opnore del patrono Sant'Oronzo.