0
0
0
s2sdefault

È un testo significativo ed intenso, che trasuda devozione ed amore per le più antiche radici cristiane della nostra terra, quello della nuova Supplica a Sant'Oronzo, redatto dall'arcivescovo Michele Seccia in occasione della memoria del patrocinio del protovescovo appulo sul capoluogo salentino.

 

0
0
0
s2sdefault

Quella del 20 febbraio è una data oltremodo cara al culto oronziano. Si ricorda infatti la salvezza del Salento del terribile terremoto del 20 febbraio 1743. In quel giorno, un sisma con epicentro nel Canale d'Otranto, a soli 50 km dalla costa e con una magnitudo di 7º grado della scala Richter, venne avvertito nell'intero Mezzogiorno d'Italia e provocò un violento tsunami che si abbattè su entrambe le sponde dell'Adriatico.

 

0
0
0
s2sdefault

In passato avevamo già scritto, sulle pagine di questa nostra rubrica, del profondo amore che unisce il piccolo comune di Botrugno, nell'arcidiocesi di Otranto, alla figura del martire leccese (CLICCA QUI ), proponendo altresì una panoramica dell'iconografia oronziana del posto (CLICCA QUI ) e presentando l'interessante volume dedicato al santo dallo studioso Andrea Bello (CLICCA QUI).

 

0
0
0
s2sdefault

Nei giorni scorsi avevamo accolto, sulle pagine di questa nostra rubrica, la proposta lanciata dall'avv. Lucio Caprioli di istituire una borsa di studio da dedicare alla ricerca oronziana: un progetto in cui si potrebbero coinvolgere anche gli istituti scolastici della città (CLICCA QUI).

 

0
0
0
s2sdefault

Che, a partire dal 2018, la devozione dei fedeli e l'interesse degli studiosi verso il santo patrono di Lecce siano tornati a rifiorire è un dato di fatto.

 

0
0
0
s2sdefault

È stato un gesto di devozione semplice e sincera quello di Marcello Schipa, per tutti Tonino, che però ha destato un significativo interesse.

 

 

Forum Famiglie Puglia