Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Si svolgeranno dall'1 al 3 aprile nelle tre comunità parrocchiali di San Pietro Vernotico le tradizionali quarantore eucaristiche. 

 

 

Le misure di prevenzione e contenimento della diffusione del Coronavirus hanno limitato la nostra libertà di movimento e con essa ogni possibile occasione di assembramento; per questo motivo, per evitare possibili contagi, tutte le celebrazioni pubbliche di questo periodo sono state sospese. Ciò, però, non ha impedito alle varie comunità parrocchiali di organizzarsi per garantire comunque la partecipazione dei propri fedeli alla celebrazione della santa messa quotidiana, domenicale, o alla benedizione eucaristica domenicale mediante le dirette Facebook; mentre Portalecce ha raddoppiato i suoi impegni quotidiani per accompagnare la comunità diocesana in questo difficile cammino spirituale.

In questo contesto i tre parroci di San Pietro Vernotico hanno deciso di non rinunciare alle tradizionali Quarantore Eucaristiche, proponendole come un momento forte e di preparazione alla Settimana Santa. Ogni sera, per tre sere, alle 19.30 sarà trasmesso un momento di adorazione che sarà possibile seguire sui social.

La prima sera, il 1° aprile, dalla parrocchia di San Giovanni Bosco, il 2 aprile dalla parrocchia dei Santi Angeli Custodi ed il 3 aprile dalla parrocchia matrice Maria SS. Assunta.

Santa Teresa scriveva che “il Signore nel santissimo Sacramento è ricchissimo e potentissimo ed è lì per renderci ricchi e potenti”; nell’adorazione riconosciamo Dio come Dio, ma ci riscopriamo anche figli di un Padre al quale possiamo chiedere tutto con la certezza che saremo ascoltati; a Lui saranno affidate tutte le intenzioni di coloro che vorranno unirsi in preghiera, gli ammalati, i moribondi, i defunti, i medici, gli infermieri, gli operatori sanitari e tutti coloro che si stanno impegnando in un servizio di amore verso tutti.

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus