0
0
0
s2sdefault

Dopo il Concistoro del 28 novembre, sale a sei il numero dei cardinali pugliesi viventi, di cui quattro salentini, tra i quali due due originari della arcidiocesi di Lecce e due della diocesi Nardò-Gallipoli.Vediamo chi sono, in ordine di creazione cardinalizia:

 

 

 

SALVATORE DE GIORGI

Nasce a Vernole, nella nostra diocesi, il 6 settembre 1930 da una famiglia di umili origini, composta da otto fratelli. Entra nel seminario diocesano di Lecce nel 1941, all'età di 11 anni e vi compie gli studi medi inferiori e ginnasiali. Si trasferisce poi a Molfetta, presso il Pontificio Seminario Pio XI, dove terminati gli studi liceali intraprende gli studi di Teologia. Ha ricevuto l'ordine sacro il 28 giugno 1953 dal vescovo Francesco Minerva, del quale è segretario fino al 1958. Da sacerdote ha ricoperto a lungo l'incarico di parroco, nello specifico, primo parroco della parrocchia di Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa di Lecce, fino al 1973. Nella diocesi è stato anche per vent'anni insegnante di religione, oltre che assistente della Fuci, della gioventù studentesca e degli scout, dell'Azione cattolica. Dal 1969 è delegato e poi vicario per la pastorale diocesana e direttore dell'Ufficio pastorale diocesano. Nominato da Papa Paolo VI vescovo titolare di Tulana e vescovo ausiliare di Oria, riceve la consacrazione episcopale nella cattedrale di Lecce il 27 dicembre 1973 dal vescovo Francesco Minerva. Il 29 novembre 1975 viene nominato vescovo coadiutore di Oria; succede alla medesima sede il 17 marzo 1978. Nel 1981 è promosso arcivescovo di Foggia, alla quale sono unite in persona episcopi le diocesi di Troia e di Bovino. Con la ristrutturazione della medesima diocesi diviene arcivescovo metropolita di Foggia-Bovino il 30 settembre 1986. Il 10 ottobre 1987 viene trasferito a Taranto, dove mantiene il ministero episcopale fino al 1990. Nel 1990, dopo due anni e mezzo di ministero episcopale a Taranto, è nominato assistente generale di Azione cattolica, divenendo arcivescovo emerito di Taranto. Fu nominato poi, arcivescovo metropolita di Palermo e primate di Sicilia il 4 aprile 1996, facendo il suo ingresso solenne in diocesi il 25 maggio dello stesso anno. È creato cardinale da Papa Giovanni Paolo II nel concistoro del 21 febbraio 1998, con il Titolo di Santa Maria in Ara Coeli. Nel 2005 partecipa al conclave che elegge Papa Benedetto XVI. Dal 19 dicembre 2006 è arcivescovo emerito di Palermo, per raggiunti limiti di età.

FRANCESCO MONTERISI

Nasce a Barletta, diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, il 28 maggio 1934. Viene ordinato presbitero il 16 marzo 1957 per l’allora singola diocesi di Barletta. Il 24 dicembre 1982 è eletto arcivescovo titolare di Alba Marittima e pro-nunzio apostolico in Corea. Riceve l'ordinazione episcopale il 6 gennaio 1983 da Papa Giovanni Paolo II. L'11 giugno 1993 è nominato nunzio apostolico in Bosnia ed Erzegovina. Nel 1998 rientra a Roma per essere nominato segretario della Congregazione per i Vescovi. Il 3 luglio 2009, per volere di Papa Benedetto XVI, è nominato arciprete della basilica papale di San Paolo fuori le Mura. Lo stesso Papa, lo eleva cardinale diacono di San Paolo alla Regola nel Concistoro del 20 novembre 2010; prende possesso del titolo il 12 febbraio 2011.

ANGELO AMATO

Nasce a Molfetta, oggi diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, l'8 giugno 1938. Entrato nei Salesiani, dopo il noviziato frequenta il liceo salesiano di Catania. Studia poi filosofia e teologia a Roma. Il 22 dicembre 1967 è ordinato presbitero. Studia all'Università pontificia salesiana (Ups) e, a partire dal 1968, alla Gregoriana. Si specializza in cristologia. Nel 1972 comincia ad insegnare all'Università salesiana come assistente. Negli anni 1978-79 è borsista del patriarcato ecumenico di Costantinopoli a Salonicco in Grecia. Contemporaneamente frequenta anche l'Università Aristotele di Salonicco. Diviene ordinario di dogmatica presso la Ups, e per dodici anni è decano della facoltà di teologia. Della stessa Ups è anche prorettore nel 1991 e poi vicerettore fino al 2000. È consultore della Congregazione per la dottrina della fede e del Pontificio consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani, nonché della Congregazione per i vescovi, nonché membro della Pontificia Accademia mariana internazionale. Il 19 dicembre 2002 Papa Giovanni Paolo II lo nomina arcivescovo titolare di Sila e segretario della Congregazione per la dottrina della fede. Il 6 gennaio 2003 riceve l'ordinazione episcopale, nella basilica di San Pietro in Vaticano, per l'imposizione delle mani dello stesso pontefice. Il 9 luglio 2008 Papa Benedetto XVI lo nomina prefetto della Congregazione delle cause dei santi. Nel concistoro del 20 novembre 2010 Papa Benedetto XVI lo crea cardinale diacono di Santa Maria in Aquiro; l'11 febbraio 2011 prende possesso della diaconia.

FERNANDO FILONI

Nasce a Manduria, diocesi di Oria, il 15 aprile 1946, da genitori originari di Galatone, diocesi di Nardò-Gallipoli, ma trasferitisi a causa dell'attività lavorativa del padre. Frequenta le scuole medie a Galatone e gli studi ginnasiali presso il seminario vescovile di Nardò, quelli filosofici nel Pontificio Seminario Regionale Pugliese "Pio XI" di Molfetta e gli studi teologici a Viterbo. Il 3 luglio 1970 è ordinato presbitero, nella collegiata dell'Assunta di Galatone, dal vescovo Antonio Rosario Mennonna. Dopo l'ordinazione frequenta la Pontificia Università Lateranense a Roma, dove ottiene la laurea in diritto canonico e l'Università "La Sapienza", dove ottiene la laurea in filosofia. Presso l'allora Università "Pro Deo" consegue il diploma in scienze e tecniche dell'opinione pubblica, specializzandosi in giornalismo. Per nove anni è vicario parrocchiale a San Tito ed insegna presso i licei classici. Il 3 aprile 1981 entra nel servizio diplomatico della Santa Sede e viene inviato nello Sri Lanka. Trasferito in Iran nel 1983, dal 1985 si occupa delle organizzazioni internazionali presso la Segreteria di Stato della Santa Sede. Dal 1989 al 1992 è in Brasile, in seguito è inviato ufficialmente nelle Filippine, ma in realtà opera a Hong Kong, dove la Santa Sede aveva aperto una missione di studio per i rapporti con la Cina. Il 17 gennaio 2001 Papa Giovanni Paolo II lo nomina arcivescovo titolare di Volturno e nunzio apostolico in Giordania ed Iraq. Il 19 marzo successivo riceve l'ordinazione episcopale nella basilica di San Pietro in Vaticano, per imposizione delle mani dello stesso pontefice. Il 25 febbraio 2006 Papa Benedetto XVI lo trasferisce alla nunziatura apostolica nelle Filippine. Il 9 giugno 2007 è nominato sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato della Santa Sede da Papa Benedetto XVI. Il 10 maggio 2011 il papa lo nomina prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli. Ricoprendo questo incarico, è inoltre gran cancelliere della Pontificia università urbaniana e presidente della Commissione interdicasteriale per i religiosi consacrati. Nel Concistoro del 18 febbraio 2012 Papa Benedetto XVI lo crea cardinale diacono di Nostra Signora di Coromoto in San Giovanni di Dio; il 26 febbraio successivo prende possesso della diaconia. Nel 2014 è inviato da Papa Francesco in Iraq, a causa della grave situazione venutasi a creare a seguito della proclamazione dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante specie per le popolazioni cristiane che vivono nella regione. Il 26 giugno 2018 lo stesso papa, lo eleva all'ordine dei cardinali vescovi.

ANGELO DE DONATIS

Nasce il 4 gennaio 1954 a Casarano, diocesi di Nardò-Gallipoli. Il 12 aprile 1980 ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale dalle mani del vescovo Antonio Rosario Mennonna. Dopo l'ordinazione è divenuto insegnante di religione e collaboratore nella parrocchia di san Saturnino a Roma, dove successivamente è divenuto vicario, fino al 1988. Il 28 novembre 1983 è avvenuta l'incardinazione nella diocesi di Roma, dove dal 1988 al 1990 ha prestato la sua opera come addetto alla segreteria generale del Vicariato e vicario parrocchiale della chiesa dell'Annunziatella a Grottaperfetta, archivista della segreteria del Collegio cardinalizio dal 1989 al 1991, direttore dell'ufficio clero del vicariato di Roma dal 1990 al 1996, direttore spirituale al Pontificio seminario romano maggiore dal 1990 al 2003, anno in cui è stato nominato parroco della basilica di San Marco Evangelista al Campidoglio e assistente per la diocesi di Roma dell'Associazione Nazionale Familiari del clero. Il 14 settembre 2015 Papa Francesco lo ha nominato vescovo titolare di Mottola e ausiliare di Roma, incaricato per la formazione permanente del clero. Il 9 novembre 2015 ha ricevuto, nella basilica di San Giovanni in Laterano, nel giorno della festa della dedicazione della basilica, la consacrazione episcopale dalle mani di Papa Francesco. Il 26 maggio 2017 è ancora Papa Francesco a nominarlo vicario generale per la diocesi di Roma, elevandolo in pari tempo alla dignità arcivescovile. Ha iniziato ufficialmente il suo ministero il 29 giugno successivo, solennità dei Santi Pietro e Paolo, patroni di Roma. Lo stesso giorno è stato nominato amministratore apostolico di Ostia. Il 28 giugno 2018, durante il Concistoro ordinario pubblico, è stato creato cardinale da Papa Francesco, con il titolo presbiterale di San Marco, parrocchia di cui era stato parroco fino a tre anni prima. Ha preso ufficialmente possesso del titolo presbiterale il 7 ottobre 2018.

MARCELLO SEMERARO

Nato il 22 dicembre 1947 a Monteroni di Lecce, arcidiocesi di Lecce. Ha frequentato dapprima il seminario diocesano di Lecce e poi quello regionale di Molfetta. Ha conseguito, quindi, la licenza e il dottorato in teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale l'8 settembre 1971. Dopo l'ordinazione è stato vice-rettore del seminario di Lecce prima, e di quello di Molfetta, poi. Nell'arcidiocesi è stato vicario episcopale per il laicato e per il Sinodo diocesano. Docente di ecclesiologia anche presso la Pontificia Università Lateranense di Roma. Il 25 luglio 1998, Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo di Oria. Ha ricevuto la consacrazione episcopale il successivo 29 settembre, nella Piazza del Duomo di Lecce, per imposizione delle mani di mons. Cosmo Francesco Ruppi, arcivescovo metropolita di Lecce. Il 15 marzo 2001 il Pontefice lo ha scelto come segretario speciale della X Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi, svoltasi nella Città del Vaticano dal 30 settembre al 6 novembre dello stesso anno. Il 1º ottobre 2004 Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo di Albano. Ha preso possesso della cattedrale di San Pancrazio, il 27 novembre seguente. Il 4 maggio 2007 è stato eletto presidente della Nuova Avvenire Editoriale. Il 31 gennaio 2009, Papa Benedetto XVI lo ha nominato membro della Congregazione delle cause dei santi. Nel giugno 2010 è divenuto presidente della Commissione episcopale per la dottrina della fede, l'annuncio e la catechesi. Il 13 aprile 2013 Papa Francesco lo ha nominato, sessantacinquenne, segretario del Consiglio di cardinali, chiamati a consigliarlo nel governo della Chiesa universale e a studiare un progetto di revisione della Curia romana. Il successivo 4 novembre lo stesso Pontefice lo ha chiamato a ricoprire anche l'ufficio di amministratore apostolico ad nutum Sanctae Sedis dell'abbazia territoriale di Santa Maria di Grottaferrata. Il 13 luglio 2016 è stato nominato membro della Segreteria per la comunicazione, che il 23 giugno 2018 ha assunto il nome di Dicastero per la comunicazione. Il 15 ottobre 2020, è stato nominato prefetto della Congregazione delle cause dei santi. Lo scorso 25 ottobre, durante l'Angelus, Papa Francesco ha annunciato la sua creazione a cardinale nel concistoro del 28 novembre scorso.

 

Scuola Diocesana di formazione teologica

Forum Famiglie Puglia