Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Don Francesco De Matteis, giovane sacerdote originario di Surbo, da settembre sarà il nuovo amministratore parrocchiale della comunità Maria SS. Assunta in Vanze. Lo ha nominato l’arcivescovo Michele Seccia dopo aver accettato le dimissioni di don Vittorio Carrozzo.

 

 

La Chiesa di Lecce continua a guardare con speranza e fiducia al nuovo anno pastorale che la attende, tempo ricco di novità nelle situazioni e nelle persone. Questa mattina, infatti, l'arcivescovo, con una LETTERA (pdf) inviata al presbiterio diocesano e al collegio dei diaconi ha comunicato alcuni trasferimenti che, previo consulto con mons. Vincenzo Marinaci, delegato per il diaconato permanente, interesseranno in modo particolare questi ultimi.

Scrive Seccia: " chiedo a tutti i diaconi coinvolti nei trasferimenti di vivere con gioia, impegno e preghiera i nuovi servizi pastorali in questa amata chiesa diocesana e a tutti i parroci e alle comunità che accoglieranno i nuovi diaconi permanenti e condivideranno con loro il futuro cammino pastorale mi permetto di fare solo alcune piccole raccomandazioni affinché il servizio diaconale sia vissuto nel modo più completo ed evangelico possibile".

L'origine di questo ministero tanto bello quanto essenziale nella vita della Chiesa è a beneficio della carità, non lesinando il servizio liturgico unito ad una sempre maggior testimonianza nel portare avanti la vocazione peculiare che li vede essere segno di Cristo-servo nella famiglia, piccola chiesa domestica.

Continua il presule: "il servizio non sia circoscritto alla liturgia ma viva anche di impegno e sinergia con il sacerdote di riferimento per il bene della comunità, nella testimonianza della carità e dell’evangelizzazione; diaconi della comunità, al servizio di tutti, avendo, come sempre, un’attenzione particolare alla pastorale della/con/per la famiglia".

Un'altra nomina ha - come si scriveva in apertura - interessato un presbitero diocesano: don Francesco De Matteis, attuale vicario parrocchiale di Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa a Lecce diviene amministratore parrocchiale della comunità di Vanze.

Incoraggiante l'abbraccio benedicente del pastore: "al caro don Francesco, i migliori auguri da parte mia e di tutto il presbiterio diocesano per il nuovo ministero pastorale".

Con sentimenti di gratitudine al Signore che non fa mancare mai i suoi ministri al popolo che si è acquistato a prezzo del suo sacrificio, l'arcidiocesi di Lecce continua il proprio cammino di annuncio del Vangelo.

Di seguito i trasferimenti dei diaconi permanenti nel dettaglio:

Diac. Paolo Arnesano: parrocchia Maria SS.ma del Buon Consiglio - Villa Convento

Diac. Giuseppe Baglivi: parrocchia Santa Maria della Porta - Lecce

Diac. Michelangelo Bevilacqua: Parrocchia Maria SS. Assunta - Arnesano

Diac. Antonio Casarano: ospedale “V. Fazzi” - Lecce

Diac. Aldo Errico: parrocchia Sant’Antonio Abate - Carmiano

Diac. Carlo Mazzotta: parrocchia San Massimiliano M. Kolbe - Lecce

Diac. Luciano Monticchio: parrocchia San Giovanni M. Vianney - Lecce

Diac. Fulvio Paliaga: parrocchia Cuore Immacolato di Maria - Lecce

Diac. Mario Renna: Casa della Carità e parrocchia Maria SS. Assunta - Trepuzzi

Diac. Giuseppe Tondi: Ufficio Diaconato e Ministeri e parrocchia San Lazzaro - Lecce

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus