Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

L’arcidiocesi di Lecce ed il 61° Stormo dell’Aeronautica militare con Portalecce accolgono per la prima volta lunedì 17 febbraio alle 17 in cattedrale una della nuove statue della Madonna di Loreto benedette dal Santo Padre nell’Anno giubilare della Santa Casa.  .

Un giubileo itinerante quello concesso da Papa Francesco alla basilica della Santa Casa di Loreto, uno dei principali luoghi di culto mariano e tra i più importanti e visitati santuari mariani del mondo cattolico.

La possibilità di indulgenza plenaria sarà infatti estesa dal santuario anche alle cappelle degli aeroporti civili e militari che ne abbiano fatto richiesta alla Delegazione pontificia di Loreto.

Occasione il centenario della proclamazione, il 24 marzo 1920, da parte del Papa Benedetto XV della Virgo Lauretana quale “Celeste Pptrona” dell’aeronautica.

Per celebrarlo nuove statue simili alla celebre “Madonna nera”, con l’intera figura avvolta nella caratteristica dalmatica, manto riccamente decorato, da cui sbucano solo il suo capo, il capo e le mani del Bambino, statue che, benedette dal Santo Padre, sono portate in pellegrinaggio in Italia e nel mondo, per racchiuderlo in un abbraccio infinito.

Lunedì 17 febbraio alle 17 è previsto l’arrivo di una di esse in Piazza Duomo a Lecce, accolta con onore e devozione dall’arcivescovo Michele Seccia che alle 18 presienderà la solenne celebrazione eucaristica. Il concerto della Fanfara dell’Aereonautica militare concluderà l’evento.

A patrocinarlo l’arcidiocesi di Lecce, Portalecce, quoridiano online della diocesi e il 61° stormo dell’aeronautica militare di stanza a Galatina. 

Volare alto per accogliere Cristo e farne il pilota della propria vita: questo l’invito con cui mons. Fabio Dal Cin, delegato pontificio per il santuario della Santa Casa di Loreto, ha commentato il dono del Giubileo lauretano, inaugurandolo l’8 dicembre 2019 con l’apertura della Porta Santa che, unica porta giubilare aperta al mondo in questo periodo, si chiuderà nel giorno dedicato alla Madonna, il 10 dicembre 2020.

Secondo la tradizione e la devozione, la Santa Casa, dimora della Sacra Famiglia, sarebbe stata trasportata in volo dagli angeli da Nazareth in Galilea a Loreto, ora n provincia di Ancona, nella notte tra il 9 e il 10 dicembre del 1294. Questo evento pare avesse ispirato i pionieri aviatori della Prima guerra mondiale che chiamavano i loro velivoli “casa volante”.

Momenti di grazia dunque l’attesa e l’arrivo a Lecce della statua della Santa Vergine di Loreto. Nell’annunciarne la visita mons. Seccia esprime l’auspicio che “la Vergine Santa custodisca la Chiesa di Lecce, i fedeli. e tutti i pellegrini che vorranno venerarla e onorarla”.

Madonna di Loreto

 

prossimi eventi

1 Mar

A cura dell’Ufficio diocesano per la pastorale della Famiglia e della Vita.

12 Mar

Dal pranzo a prima di cena.

12 Mar
15 Mar

A cura dell’Ufficio diocesano per la pastorale della Famiglia e della Vita.

29 Mar

A cura dell’Ufficio diocesano per la pastorale della Famiglia e della Vita.

Concerto Mozart, Piazzolla e dintorni