Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

È la data più significativa del mese di agosto, la festa religiosa più solenne del calendario liturgico, celebrata nel mondo cattolico con luminarie, fuochi d’artificio, falò e processioni a mare.

Un tempo il giorno dell’Assunta i vecchi usavano recitare cento “Ave Maria” intercalate dalla seguente giaculatoria:

Bruttu Nemicu, fùscime de nanti!

Nu te la dau, no, l’anima mia,

ca m’aggiu fatte centu cruci sante

lu giurnu de la Vergine Maria

e, subito dopo, si facevano il segno della croce, recitando un “Ave”.

La Madonna del 15 agosto prende diverse denominazioni popolari come a Leuca dove si appella Madonna del Finibusterrae; a Nardò, invece, si celebra la Madonna Incoronata con una cavalcata storica che vede coinvolti gli antichi pittagi ossia i quartieri in cui era diviso il centro storico coi gonfaloni, il vescovo, il mastro mercato, i canonici e via dicendo.

Per approfondimenti: R. Barletta, Quale santo invocare?, Edizioni Grifo, 2013

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it