Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Come già ricordato ieri, il 6 agosto 1978, a Castel Gandolfo, moriva Paolo VI, Giovanni Battista Montini. Il ricordo di mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano e segretario del Consiglio dei cardinali presieduto da Papa Francesco, in un’intervista trasmessa ieri dal tg di Tv2000.

Nell’intervista Semeraro racconta come ieri era anche il giorno in cui fu pubblicata, nel 1964, la prima enciclica di Papa Montini, Ecclesiam suam. L’enciclica che presenta la vita della Chiesa secondo Paolo VI: tanti cerchi concentrici che si allargano all’interno ma anche nel dialogo ecumenico e oltre, nel dialogo interreligioso. Il punto centrale di questo continuo movimento circolare è sempre Cristo.

Nel finale racconta un aneddoto, un breve dialogo tra lui e Papa Francesco alla vigilia della beatificazione di Montini. Si discuteva del colore liturgico da utilizzare durante la celebrazione in Piazza San Pietro. Francesco poneva un dubbio: utilizzare il bianco o il rosso? Beato perché pontefice e confessore della fede, quindi il bianco? O beato perché martire, quindi il rosso? Martire non per via di una morte cruenta ma per le grandi sofferenze per amore della Chiesa - la denigrazione, la calunnia, il rigetto - che egli attraversò durante la gran parte del suo pontificato?

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it