Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

È stata una festa quella nella comunità di Lizzanello che ha visto l’ingresso del suo ‘nuovo’ parroco. Nuovo si fa per dire perché don Francesco Morelli è stato amministratore parrocchiale durante l’anno appena trascorso e vice parroco tra il 2015 e il 2018.

Ma nonostante non fosse nuovo agli occhi della comunità e nonostante il giorno feriale, i parrocchiani hanno partecipato numerosi alla celebrazione per l’immissione canonica nel servizio di parroco di don Francesco, teso e ansioso fin dalla prima ora per quella che è stata la sua prima nomina ufficiale a parroco di una comunità. Presenti tanti suoi confratelli e anche la sua parrocchia natale di San Michele Arcangelo in Trepuzzi, il “Centro volontari della sofferenza” cruciale nella sua vita personale e naturalmente la sua famiglia.

“Non ho mai desiderato altro dalla vita - dirà al termine della celebrazione don Francesco -. Servirò questo gregge che mi è stato affidato con gratitudine e meraviglia, sentimenti che ho provato fin da quando l’arcivescovo mi ha informato delle sue volontà”.

Le sue parole hanno fatto eco a quelle dell’arcivescovo Michele Seccia che durante l’omelia ha ribadito “quanto sia importante per tutti noi ma in particolare per chi occupa ruoli di rilievo nelle comunità farsi servitore, farsi prossimo per chi ha bisogno. Mettendo, se necessario, le nostre priorità in secondo piano”.

Maria Pia Casilli a nome dei gruppi parrocchiali ha rivolto al nuovo parroco un ‘bentornato’: “Siamo felici di poter continuare a stare assieme dopo questo primo anno. Saremo dei volenterosi aiutanti”.

Infine il sindaco Fulvio Pedone a nome della comunità civile ha ringraziato l’arcivescovo “per aver confermato don Francesco nella nostra Lizzanello. Fondamentale la figura del parroco nella società, nonostante i cambiamenti la fragilità dell’uomo necessita della fede”.

Un momento conviviale nel salone parrocchiale, ha concluso la festa per l’ingresso del nuovo parroco che ha visto due comunità fondersi assieme per ringraziare il Signore di aver ricevuto in dono un suo fedele servitore.

Servizio fotografico di Videofoto Spot

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it