0
0
0
s2sdefault

Dopo una serie di più che giustificati sforzi, è con grande onore e soddisfazione che L’Istituto superiore di scienze religiose metropolitano “don Tonino Bello” di Lecce ha conferito ieri ben cinque lauree ad altrettanti studenti.

A presiedere la commissione il Preside della Facoltà Teologica Pugliese mons. Angelo Panzetta, docente di Teologia Morale che coadiuvato dai docenti relatori ha analizzato gli splendidi elaborati definiti come ottimi lavori degni di altresì ottimi teologi.

La prima laureanda, Giuseppina Angelelli ha esposto la propria tesi dal titolo “’Lettera ad una professoressa’ Don Milani precursore della scuola inclusiva”, all’attenzione della  commissione e del proprio relatore il prof. Marcello Tempesta, docente di pedagogia presso l’ Università del Salento e presso l’Istituto di scienze religiose.

“La teologia politica di Johann Baptist Metz e l’etica della solidarietà” ha permesso a Caterina Lucia Leo (ex rappresentante degli studenti dell’Issrm, ndr)  di conseguire la laurea in scienze religiose con la valutazione di centodieci su centodieci; stessa sorte – ma con una meritata lode - è toccata a Manuela Marzo che presentando una tesi  di ricerca su San Francesco d’Assisi, dal titolo “Odorifera verba. La comunicazione in Francesco d’Assisi”, relatore il prof. Michele Carriero (ofm) docente di storia medievale, ha potuto festeggiare l’ambito traguardo.

Laura Patelli ha invece voluto indagare con la sua tesi su quelli che potremmo definire i cardini della creazione dell’essere umano all’interno della Parola: “De-sidera, sed iam ad sidera. L’essere umano impastato di fango, di stelle e di soffio divino” ; la tesi è stata presentata assieme a i relatori prof. Stefano Spedicato, prof. Antonio Bergamo ed il prof. Luca Cucurachi rispettivamente docenti di teologia del creato e della casa comune, escatologia ed antropologia teologica e filosofia teoretica presso l’Istituto.

Non  meno importante è stata l’ultima tesi esposta dall’ultimo studente Ezio Antonio Toscano che ha voluto approfondire ed indagare il rapporto tra due fondamentali forme di approccio all’ignoto; con la sua tesi  dal titolo “Religione e filosofia nell’insegnamento della religione cattolica tra identità e prospettive” ha concluso la mattinata densa di emozioni  per la conclusione di un percorso di studi, durato un lustro, che ha permesso una notevole crescita culturale e spirituale di tutti gli studenti.

Si è detto molto soddisfatto sia degli elaborati che degli alunni stessi anche il direttore dell’Istituto, mons. Luigi Manca che, assieme al Preside Angelo Panzetta, ha dato un festoso saluto finale ai cinque studenti augurando loro ogni bene ed ogni felicità.

 

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus