Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Si riparte. Anche quest’anno con la Scuola diocesana di formazione teologica. L’inaugurazione dell’anno formativo, con la presenza dell’arcivescovo Michele Seccia, avverrà giovedì 24 ottobre alle 17 presso l’auditorium della parrocchia di San Giovanni Battista in Lecce.

Destinatari sono tutti gli operatori pastorali ed in particolare: catechisti, operatori di liturgia, operatori caritas, responsabili di gruppi, movimenti e associazioni. La finalità della scuola è di aiutare il laico e il consacrato ad approfondire le ragioni della propria fede per viverla coerentemente.

Scrive il documento della Conferenza Episcopale Italiana “La formazione teologica nella Chiesa particolare”: «Le scuole di formazione teologica nascono con lo scopo di introdurre al sapere teologico e offrono a questo scopo una formazione di base. Per questo è auspicabile una loro sempre più larga diffusione. È al loro interno, infatti, che sarà possibile attuare un certo reclutamento di forze, che promuova nelle comunità cristiane il pensare cristiano e non solo l’agire. La ricchezza di ministeri della Parola dipende anche da un attento discernimento delle capacità che si possono manifestare dentro le scuole teologiche di base. Ogni cristiano deve essere aiutato a scoprire la propria vocazione e a realizzarla, in modo che la spiritualità e l’apostolato in ogni chiesa locale maturino col contributo attivo ma specifico di ciascuno. Non si tratta, quindi, di favorire una formazione generica minimale, per consacrare un livello piuttosto basso di capacità teologica, o peggio ancora per nascondere carenze e avvalorare illusioni. Si tratta di educare alla serietà del sacrificio richiesto dal “pensare cristiano”, dove ragione e fede si intrecciano, pur senza confondersi, e si stimolano a vicenda a crescere. In questa prospettiva, fine primario delle scuole di formazione teologica è aiutare i credenti a far propri gli strumenti e i metodi necessari per esplicare, ad un livello sia pure iniziale e globale, la funzione teologica propria di ogni membro della chiesa. Al tempo stesso esse forniscono l’acquisizione di un linguaggio e di una prospettiva che rendano più agevole sia l’ascolto della Parola, scritta e tramandata, sia il dialogo con il mondo».

L’offerta formativa della Scuola diocesana di formazione teologica di Lecce è organizzata attorno ai temi fondamentali della fede e dell'esperienza cristiana. Essa intende essere una proposta ed un ascolto approfondito del messaggio evangelico, uno studio serio del Credo della Chiesa, un confronto critico con le culture e le religioni.

La formazione è distribuita in un percorso di tre anni. Nel terzo anno i partecipanti sceglieranno l’area di approfondimento: evangelizzazione, liturgia, carità, e sotto la guida dei responsabili degli Uffici pastorali coadiuvati dai loro collaboratori, percorreranno dei cammini funzionali all’acquisizione di competenze specifiche.

Le lezioni si svolgono settimanalmente, di giovedì dalle 17 alle 20 presso la Parrocchia di S. Giovanni Battista in Lecce (Zona Stadio), ed è raccomandata una assidua frequenza. Gli studenti sono invitati a sostenere dialogo-esami con i docenti, anche attraverso dei lavori scritti.

Alla fine del triennio verrà consegnato allo studente un attestato di partecipazione.

2rddlocandina scuola diocesana

 

 

 

prossimi eventi

30 Mar

Ore  18,30: recita del santo rosario. Ore  19: don Maurizio Ciccarese presiede l'eucaristia senza il popolo. A seguire Lectio Divina con l'arcivescovo Michele Seccia (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

31 Mar

Ore  18,30: recita del santo rosario. Ore  19: don Vincenzo Martella presiede l'eucaristia senza il popolo. A seguire Lectio Divina con l'arcivescovo Michele Seccia (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

1 Apr

(Anniversario della morte del vescovo Vito De Grisantis) - Ore 18,30: recita del santo rosario. Ore 19: l'arcivescovo mons. Michele Seccia presiede l'eucaristia senza il popolo (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

2 Apr

Ore 18,30: recita del santo rosario. Ore 19: don Sandro Quarta presiede l'eucaristia senza il popolo. A seguire adorazione eucaristica guidata (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

3 Apr

Ore 18,30: recita del santo rosario. Ore 19: don Antonio Montinaro presiede l'eucaristia senza il popolo. A seguire via Crucis (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

Palinsesto dal 30 marzo al 4 aprile 2020

Buona Pasqua 2020 - forLIFE onlus