Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Si è conclusa a Molfetta la terza edizione dell'Happening sugli oratori, che ha visto la partecipazione di oltre cinquecento animatori da tutta Italia. Nell'ultima giornata di lavori i giovani, riuniti in diversi gruppi, hanno voluto condividere l'esperienza vissuta e quello che porteranno a casa.

Don Michele Falabretti, responsabile nazionale del Servizio di Pastorale Giovanile ha invitato i presenti ad investire quanto più possibile nell'oratorio perché è grazie anche ad esso che si può costruire la città.

Durante il suo intervento ha voluto sottolineare che "far fuori l'Oratorio non significa andare chissà dove, quasi fosse una questione di posizione geografica, ma essere pronti a tutto ciò che dall'esterno può venirci incontro. Ecco perché proprio l'Oratorio deve essere una casa con le porte aperte. Ma "far fuori l'oratorio significa occuparsi delle povertà presenti sul territorio ma per farlo occorre un progetto non legato soltanto alla geografia ma anche alle persone".

A seguire, la celebrazione eucaristica presieduta da mons. Leonardo Ascenzo, arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie.

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it