Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

È ormai quasi tutto pronto per l’inizio dei riti religiosi in onore dei patroni della città, i Santi Oronzo, Giusto e Fortunato. Il sacrista della cattedrale, Giovanni Pedone è al lavoro da giorni per allestire l’altare che, domani sera, al termine della celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Michele Seccia, accoglierà i tre simulacri.

Come da tradizione e da programma, infatti, alla vigilia della solennità dell’Assunta in cielo, dopo la messa in cattedrale si svolgerà una breve processione in chiesa con la solenne intronizzazione delle artistiche statue dei protettori presso l’altare loro dedicato ove già sono stati collocati i preziosi reliquiari.

Avrà inizio invece venerdì 16 agosto, l’Undena di preparazione alla solennità liturgica: undici giornate di ascolto della parola di Dio, di preghiera e di celebrazioni eucaristiche che ricordano gli undici giorni trascorsi, secondo gli agiografi, da Sant’Oronzo nella prigione cittadina, prima di essere decapitato dai soldati romani del preside Antonino.

Ogni sera la messa solenne e una riflessione che prenderà spunto dalla recente Lettera pastorale dell’arcivescovo, “Ascolta popolo mio”. Sull’altare a presiedere le celbrazioni serali si alterneranno oltrre allo stesso mons. Seccia, il parroco della cattedrale, don Antonio Bruno, il vicario episcopale per la pastorale organica don Damiano Madaro e i vicari foranei don Luca Nestola e don Gianni Ratta.

Domenica 25 sarà la volta della vicaria di Squinzano, chiamata quest’anno ad offrire l’olio benedetto per la lampada votiva che indica il luogo creduto dalla tradizione come il primitivo sepolcro di Oronzo.

L’attesa processione per le vie cittadine è prevista come sempre per la serata di sabato 24 dopo la messa prefestiva mentre l’arcivescovo celebrerà, nella mattinata di domenica 25, al santuario di Sant’Oronzo fuori le mura e lunedì 26 il solenne pontificale in duomo.

Da segnalare per venerdì 23 agosto il concerto-meditazione attraverso i canti di mons. Marco Frisina sul martirio dei Santi Patroni eseguito dal Coro diocesano diretto dal maestro Antonio Calabrese.

Nella locandina allegata il programma dettagliato.

Il camposcuola segnerà, infine, l'avvio del percorso assembleare, che si svilupperà nei prossimi mesi con il rinnovo degli incarichi al servizio della Chiesa, attraverso l'Azione Cattolica.

WhatsApp Image 2019 08 08 at 22.02.35