Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Sant’Alò viene invocato “oh sant’Alò!” di fronte all’altrui ingenuità, all’altrui candore. E può darsi si tratti del sant’Alò proverbiale in Toscana per la sua nullaggine (fare come sant’Alò: che lasciò il mondo come lo trovò, che prima morì e poi si ammalò…); “Sant’Alò! È anche un’esclamazione di rimprovero o d’impazienza.

Santu Liggiu a Lecce (in passato esisteva una chiesa), era il protettore degli animali oltre che dei fabbri, garagisti, carrozzieri, gioiellieri, meccanici, metallurgici, orologiai, veterinari, vetturini, maniscalchi. Nell’iconografia sacra è raffigurato mentre ferra gli zoccoli di un cavallo.

A Roma nella Chiesa di S. Eligio degli Orefici, nei pressi di Via Giulia, si trovano affreschi eseguiti da Matteo da Lecce o, meglio, da Matteo Perez d’Aleccio (1547-1626)

Per approfondire: R. Barletta, Quale santo invocare. Feste e riti del calendario popolare salentino, Ed. Grifo, Lecce, 2013.

 

prossimi eventi

22 Gen

Incontro di ospitalità e conoscenza con le comunità cattoliche del centro storico e della città. Dalle ore 9:30 alle ore 12; dalle ore 17:00 alle ore 20:00.

29 Gen

Incontro diocesano di preghiera ecumenica con la presentazione dell'arcivescovo Michele Seccia dei presbiteri e dei pastori delle Chiese Cristiane presenti in Lecce.

29 Gen

      

 

scuola diocesana di formazione teologica


 

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it