Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Domenica 20 ottobre alle 15.30 raduno in piazzetta Santa Chiara per un nuovo appuntamento della stagione 2019-2020 di “Accademia di tutte le età,” alla scoperta della Lecce romana.

Un itinerario capace di riportare indietro di mille anni in una Lecce inedita, quella romana con visita al Teatro romano, in via Arte della Cartapesta, ed all’annesso Museo, in via degli Ammirati, 5.

Ad organizzare l’evento, nell’ambito della stagione 2019-2020 dell’iniziativa “Accademia di tutte le età”, la sede di Lecce di Anteas, “Associazione Nazionale di tutte le età attive per la Solidarietà”, che promuove iniziative per venire incontro ad esigenze di relazioni di accoglienza e solidali, insieme a Forlife, l’associazione di solidarietà sociale, rivolta in particolare all’infanzia.

Appuntamento dunque domenica 20 ottobre alle 15.30 in piazzetta Vittorio Emanuele, meglio conosciuta come piazzetta Santa Chiara, perché prospicente all’omonima chiesa, per una visita al teatro, gioiello di architettura latina incastonato in città e sede di suggestivi eventi.

Il teatro romano è espressione, insieme all’anfiteatro di piazza Sant’Oronzo, assurto a simbolo della città, della vitalità culturale nel I e II sec d, C. dell’antica Lupiae, patria, secondo la tradizione, tra il III ed il II sec a. C, di Quinto Ennio, il poeta dai tre cuori (tria cordia): latino, greco osco, considerato il "padre" della letteratura latina, poiché il primo poeta ad usare la lingua latina in forma letteraria.

Restaurato nel 1996 tramite Legambiente con il progetto “Salvalarte il teatro, la cui scoperta risale al 1929, dopo quella dell’anfiteatro, scoperto  invece nel 1903 e portato alla luce nel 1939, è, come quest’ultimo di incerta datazione e comunque ascrivibile  tra l’età augustea e quella degli Antonini.

L’interessante museo, che è stato allestito dalla Fondazione Memmo in un’ala del prestigioso seicentesco palazzo Romano, è uno scrigno prezioso di importanti reperti d’epoca romana di varia provenienza. Molti di essi, come le statue di Asclepio, Augusto e il mezzo busto di Alessandro Magno sono venuti alla luce durante gli scavi effettuati nel teatro. Pregevoli e di grande effetto le enormi maschere teatrali che occupano una sala; un accurato plastico ricostruisce l’aspetto architettonico della città m epoca imperiale.

Dopo la visita al teatro ed al museo l’suggestiva immersione nella storia prosegue con la scoperta di altre vestigia della città romana.

La passeggiata, della durata di circa due ore, si conclude con una sosta british in pieno contesto latino: insieme per una deliziosa pausa the, scambiandosi impressioni e pensieri.

Il numero massimo di partecipanti è stato fissato a quaranta e tutti devono prenotarsi obbligatoriamente, telefonando al numero 0832 3117 36, martedì, giovedì tra le 10 e le 12 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Costo della partecipazione: offerta libera. Si richiede la massima puntualità.

 

prossimi eventi

27 Mag

Ore 18,30: recita del santo rosario.Ore 19: don Adolfo Putignano presiede l'eucaristia (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

28 Mag

Ore 18,30: recita del santo rosario.Ore 19: don  Gianmarco Errico presiede l'eucaristia (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

29 Mag

Ore 18,30: recita del santo rosario.Ore 19: Padre Francesco Laguna presiede l'eucaristia (messa anche su Telerama ch12 - Rosario e altre celebrazioni solo qui).

30 Mag

Ore 20,30: l'arcivescovo Michele Seccia presiede la concelebrazione eucaristica della Veglia di Pentecoste con la consacrazione del Crisma e la benedizione dell'olio dei catecumeni e dell'olio degli infermi. Diretta su Portalecce e Telerama

 

 

31 Mag

Ore 18,15:  l'arcivescovo conclude il mese di maggio recitando il santo rosario. Ore 19 Santa messa.