Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

 La Domenica delle Palme celebra l’entrata di Gesù a che fu accolto dalla popolazione con rami di palma - chiamati , fenice, emblema di vittoria -, con i quali la folla lo acclamava Gesù, Messia, e re di Israele, liberatore del suo popolo. Successivamente la Chiesa considerò la palma come simbolo della vittoria di Cristo e di tutti coloro che avrebbero subìto il martirio. 

A Lecce, come in altri luoghi, il sabato precedente si svolge la fiera di San Lazzaro: un appuntamento annuale dove i rami di palma o di olivo si propongono per la celebrazione della domenica successiva.

Lungo la strada che conduce alla chiesa di San Lazzaro e nello slargo adiacente si dispongono le bancarelle che vendono ormai ogni genere di merce (abbigliamento, casalinghi, dolciumi, etc.), ma prevalentemente le foglie di palme, quelle interne non ancora schiuse e di colore giallo pallido, intrecciate dalle abili mani di chi riesce a ricavare semplici croci o panierini, secondo l’estro; in alternativa si trovano rami d’olivo. Ormai rare le trénule, raganelle, e le marange, arance amare, che anticipavano il rito della Settimana santa.

PER APPROFONDIRE

Barletta R., Quale santo invocare. Feste e riti del calendario popolare salentino, Lecce, Ed. Grifo, 2013.

 

suggestioni singfoniche


FORLIFE PASQUA 19

pellegrinaggio praga

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it