Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

L’emergenza Covid-19 ha condizionato globalmente l’avvio della stagione balneare 2020 e “La Terrazza - Tutti al mare!” non fa eccezione.

 

 

Il primo accesso attrezzato al mare per persone affette da Sla, patologie neuromotorie e altre gravi disabilità motorie, ha dato il via alla sua VI stagione il 1° luglio scorso. La struttura, realizzata dall’associazione salentina 2HE nell’ambito del progetto solidale nazionale “Io posso” su un tratto di spiaggia libera della marina di San Foca ha riaperto i battenti con un po’ di ritardo rispetto al consueto avvio del 15 giugno e con modalità differenti ma con lo stesso intento di sempre: rendere il mare accessibile - gratuitamente - a tutti.

A causa della necessità di adeguarsi alle ultime disposizioni nazionale e regionali contro il Covid19, le principali novità di quest’anno per accedere a “La Terrazza - Tutti al mare!” sono: prenotazione obbligatoria, apertura con turni mattutino e pomeridiano (con pausa chiusura per la sanificazione), assenza del servizio di accompagnamento in acqua con personale infermieristico o Oss, rispetto delle norme sull’uso di mascherina, igiene e distanziamento.

“Seppur con servizi ridotti all’essenziale, non abbiamo voluto rinunciare all’apertura della Terrazza, anche per rispondere alle tante prenotazione da tutta Italia che non hanno mai smesso di arrivare, anche durante il lockdown - dice Giorgia Rollo, presidente di 2HE -. È stato un periodo particolarmente difficile per tutti. Pensate a chi ha dovuto sopportare isolamento e malattia. Adesso che pian piano si riparte, il mare diventa per molti davvero l’unico luogo di libertà. Siamo stati costretti a fare una scelta: saltare a piè pari la stagione o puntare ad un’apertura con modalità differenti? Non è semplice per noi rinunciare all’idea di assistenza e condivisione che caratterizza la nostra Terrazza, come ben sa chi ci conosce. Lo abbiamo immaginato da sempre come luogo di contatto fisico e abbracci, per salutare, sollevare, aiutare. Quest’anno ci saremo comunque, con i giusti sguardi e sorrisi. Abbiamo meno postazioni, per garantire il corretto distanziamento, quindi chiediamo massima cura nel venire solo su prenotazione e la pazienza di turnare (mattina o pomeriggio) per poter permettere ad altri di fare il bagno - continua Rollo”.

“Inoltre, per motivi precauzionali - conclude -, non possiamo essere noi ad accompagnare gli ospiti in acqua, chi ne ha bisogno deve essere aiutato dai propri accompagnatori, cui forniamo gli ausili e le indicazioni per farlo in sicurezza.

Ci dobbiamo abituare ad accedere in Terrazza con la mascherina e a rispettare le altre regole igieniche necessarie alla prevenzione. Per noi l’esperienza della balneazione deve continuare ad essere gratuita e per tutti. Il prossimo anno siamo convinti potremo tornare alle consuete abitudini e ad una Terrazza senza limitazioni”.

Qui il REGOLAMENTO COMPLETO  per la stagione 2020.

 

Terrazza2020 tre punti

 

La prenotazione è obbligatoria e avviene unicamente via telefono, chiamando il numero 3661810331. L’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. è attivo per la richiesta di informazioni e ogni altra comunicazione, ma non per le prenotazioni.

La struttura sarà aperta al pubblico dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 19.00, tutti i giorni, fino al 15 settembre.

Tutti i servizi erogati presso “La Terrazza - Tutti al mare!” sono gratuiti.

 

 

 

 

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus