0
0
0
s2sdefault

Non soffre di nostalgia, anche se - ovviamente - resta un filo rosso di affetto ad unirlo alla città che gli ha dato i natali, e dove ancora vivono i suoi genitori.

Non tutti sanno infatti che Alfredo Mantovano, dopo l’addio (o arrivederci?) alla politica, si è trasferito a Roma, dove a maggio 2013 è diventato consigliere della IV sezione penale della Corte di Appello, occupandosi di misure di prevenzione e di diritto penale europeo e internazionale e coordinando l'ufficio delle rogatorie internazionali. Da ottobre di quest’anno, invece, è consigliere alla seconda sezione penale della Corte di Cassazione; ma si occupa anche di questioni internazionali altrettanto importanti. Leggete ancora, e saprete in che senso.

0
0
0
s2sdefault

La donna che portò la moda a Lecce. E che ha dato un contributo “pesante” anche alla moda di tutto il mondo, se è vero - come è vero - che i suoi tre figli sono, nell’ordine, uno stilista che ha vestito Mick Jagger e Madonna, un manager oggi presidente della Camera Nazionale della Moda, una regista che si occupa di fashion per un importante gruppo a stelle e strisce. Insomma, Maria Luisa Capasa.

0
0
0
s2sdefault

Questa domenica chiediamo la pazienza ai lettori di Portalecce di non leggere un’intervista come di consueto ma di guardare e di ascoltare oltre le grate della clausura la testimonianza delle due ospiti straordinarie della domenica.

0
0
0
s2sdefault

Alunno, poi docente, ora direttore. Il conservatorio di Lecce, dove si è diplomato nel 1981, è la sua seconda casa. Una vita per la musica: un colpo di fulmine scoppiato a tre anni, stregato dalle note della banda del paese. Un viaggio costellato da note, spartiti ed emozioni. E anche dall’impegno, sin da giovanissimo, nel mondo dello scoutismo. Lui è Giuseppe Spedicati, 55 anni, di Squinzano: musicista, maestro e docente di fagotto.

0
0
0
s2sdefault

Lorenzo Ria appartiene a quella fortunata genia di mortali che non invecchiano mai, tipo Gianni Morandi. Lo intervisti a quasi venti anni dall’ultima volta in cui vi siete incontrati vis-à-vis per quattro chiacchiere sulla versione estiva di un certo presidente della Provincia, e ti rendi conto che - mentre tu sei cambiata, e molto - lui è sempre uguale a se stesso, come se le leggi del tempo non lo scalfissero punto: potenza della corsa (o della politica?).

0
0
0
s2sdefault

I secondi quarant’anni di una donna possono essere gratificanti quanto e più dei primi, seppure in maniera diversa. E l’icona dell’impegno femminile pubblico - senza se e senza ma -, se li sta godendo appieno, avendo appena inaugurato splendidamente il suo settantaseiesimo anno di vita: mamma, nonna, cuoca, donna di casa.

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus