0
0
0
s2sdefault

Durante il webinar del 5 gennaio scorso (CLICCA QUIRosario Livatino. Il Giudice santo, in preparazione della beatificazione di Rosario Livatino, Davide Rondoni è intervenuto con la poesia scritta per l’evento. La riproponiamo, col consenso dell’Autore, che ringraziamo di cuore.

 

 

 

Per Rosario Livatino

La santità è uno scandalo per la giustizia.

Beato Rosario ucciso nella scarpata

dove può sempre precipitare l’umana cupidigia

l’umana mestizia

Sub tutela Dei, scrivevi, ma che tutela

Dio t’ha dato sul viadotto, nell’agguato –

dove sei Dio che non tuteli i giusti?

O forse li stringi a te, nel tuo sangue

e corpo li innesti?

Dove inizia la giustizia per un martire

dove finisce per lui?

Sub tutela Dei

ripetevi nell’oscurità della coscienza

in quale celestiale apertura o confidenza…

La santità è lo scandalo della giustizia

rimette Dio al centro, dove la legge

finisce, dove la legge inizia.

Rosario che hai nome come di mio zio

giudice anche lui, con il nome che si acquista

dalla segretissima rosa siciliana,

mai esibizionista,

ora che la tua figura viene esibita

come non mai, ragazzino intrufolato

tra Creonte, Salomone, Pilato,

sub tutela Dei

ripetici sempre quando stringiamo

i pugni e i denti noi

tu che credente, credibile e incredibile sei

santo non perché perfetto

(i santi non lo sono mai)

ma con il cuore stretto

sub tutela Dei, sub tutela Dei -

Dio era anche sul viadotto

nell’agguato, lungo la scarpata

perché nel tuo martirio

la nostra fame di giustizia

come umiltà sia sempre tutelata…

                                                     Davide Rondoni

 

Scuola Diocesana di formazione teologica

Forum Famiglie Puglia