0
0
0
s2sdefault

La diocesi di Como ha annunciato, pochi minuti fa, i dettagli circa le esequie di don Roberto Malgesini, il sacerdote ucciso il 15 settembre scorso.

 

 

“Accogliendo il desiderio della famiglia - si legge nella nota inviata alla stampa -, venerdì 18 settembre, alle 17, nella chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio, la comunità di Regoledo di Cosio (So) si riunirà per l’ultimo saluto a don Roberto. I funerali saranno presieduti dal vescovo mons. Oscar Cantoni e concelebrati, per comprensibili esigenze di spazio, da un ristrettissimo numero di sacerdoti, designati in rappresentanza del presbiterio diocesano”.

All’interno della chiesa e anche nello spazio esterno, precisano dalla diocesi, le norme di prevenzione e contenimento del coronavirus impongono una severa limitazione dei posti e il rispetto del distanziamento. Sarà possibile seguire il rito via streaming sul canale YouTube de “Il Settimanale della diocesi di Como”.

La comunità diocesana - continua la nota - si ritroverà “sabato 19 settembre, alle 9.30, in cattedrale, a Como, per la santa messa di suffragio”. Questa mattina la salma di don Roberto Malgesini è stata riconsegnata ai suoi famigliari, ai fratelli Mario, Caterina ed Enrico. Nell’ultimo viaggio verso Regoledo di Cosio, paese valtellinese di cui don Roberto era originario, il feretro si è fermato per un’ultima volta nei pressi della chiesa di San Rocco, accanto alla quale viveva e dove martedì mattina ha trovato la morte, accoltellato da un uomo che conosceva e che spesso aveva aiutato.

Don Gianluigi Bollini, parroco della Comunità pastorale Beato Scalbrini e vicario foraneo della città, ha guidato un breve momento di preghiera a cui era presente anche don Antonio Fraquelli. Tanti anche i ragazzi del gruppo di volontari che aiutavano don Roberto nel suo servizio ai poveri e agli ultimi della città, che pure non hanno voluto mancare, per dare un ultimo saluto al loro don.

 

Scuola Diocesana di formazione teologica