0
0
0
s2sdefault

“Non perdiamo la memoria”, passando alla fase del post Covid-19: è l’efficace espressione di Papa Francesco, usata un mese fa in una nuova trasmissione della Bbc.

 

 

Come sempre, un’incisiva comunicazione. In questo caso, per divulgare ai sette milioni di britannici in ascolto le sue considerazioni sui necessari mutamenti che l’attuale pandemia può produrre. Durante la trasmissione, egli ha parlato, in particolare, della necessità della concreta “conversione” dall’ipocrisia politica che parla della fame del mondo e poi, invece, impegna ingenti risorse nel produrre armi…

Il Papa ha citato pure i “poveri diventati semplicemente parte del paesaggio, delle cose” e l’esigenza “di fare un passo decisivo dall’uso e abuso della natura verso la sua contemplazione”.

Superando la fanatica esaltazione della brama di successo. E, quindi, ha sottolineato l’importanza di custodire la memoria degli autentici benefici ricevuti e di rammentare la misericordia divina per avanzare verso il bene, precisando: “È l’ora dell’integrità. O siamo coerenti con le nostre convinzioni o perdiamo tutto… e torniamo dove eravamo”.

Quindi: “Non perdiamo la memoria”! Per crescere e migliorare se stessi e gli altri.

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus