Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

“Mi unisco all’esecrazione già espressa a nome della città dal sindaco di Pomezia e anche dalle autorità scolastiche del territorio”.

 

Lo ha detto il vescovo di Albano, mons. Marcello Semeraro, dopo che ieri sono comparse scritte antisemite e simboli nazisti davanti a due istituti scolastici superiori di Pomezia (Rm), nella sua diocesi.

“Se è vero, come dicono i grafologi, che dalla scrittura traspaiono parti importanti di una personalità, in questo caso, con Dietrich Bonhoeffer, ci sarebbe da dire che non traspare tanto la cattiveria quanto la stupidità”, ha aggiunto mons. Semeraro.

La diocesi di Albano, impegnata su più fronti nell’educazione delle giovani generazioni, ogni anno entra nelle scuole promuovendo una “Settimana dell’educazione”, con iniziative molteplici in ambito formativo e di sensibilizzazione degli studenti su temi come l’accoglienza e l’inclusione, negli istituti di ogni ordine e grado del territorio.

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus