0
0
0
s2sdefault

Il feudo di Torchiarolo è ricco di storia e di ammirevole cultura; la particolare attenzione rivolta al sito archeologico di “Baletum Valesium” ha coinvolto tantissimi visitatori in questi primi mesi dell’anno, facendolo conoscere attraverso gli innumerevoli progetti di valorizzazione storico-culturale e paesaggistica.

Come da “consolidata” tradizione della Delegazione di Lecce dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme (OESSG), domenica scorsa si è svolta la “Riunione di primavera”, un momento di condivisione fraterna all’insegna della cultura e di gioiosa comunione.

Il luogo d'incontro è stato la Cappella dedicata alla Madonna di Galeano, a un chilometro da Torchiarolo, immersa in una stupenda campagna, a due passi dall'area archeologica di Valesio. I cavalieri e le dame insieme ai familiari ed amici sono stati accolti nella cappella da Padre Vincenzo Caretto.

Sono seguiti i saluti di Maria Gloria Zezza Rainò, dama di commenda con placca e delegata per Lecce della Sezione Salento della Luogotenenza dell’Italia Meridionale dell’OESSG e l’indirizzo di benvenuto di Flavio Caretto, sindaco di Torchiarolo. 

Cosimo Stefanelli, autore della raccolta dei testi pubblicati sulla rivista “Ricordando Valisu”, una elaborata cronologia degli eventi dall’anno 1007 a.c. ad oggi, ha intrattenuto i presenti quale curatore della giornata storico-culturale.

Prima della celebrazione eucaristica è stato ricordato nella preghiera affettuosa il compianto Preside Romano Santamaria, che sette anni fa è tornato al Padre.

Si è svolta successivamente la passeggiata archeologica con il coinvolgimento di alcuni giovani “ciceroni” della scuola media locale, lungo un tratto della Via Francigena, tra i più antichi itinerari della cultura storica e religiosa euro-mediterranea, che “nel sud” interessa cinque regioni (Lazio, Molise, Campania, Basilicata, Puglia), 43 diocesi e 250 comuni, tra i quali Torchiarolo.

Durante la passeggiata i presenti sono stati raggiunti per un saluto da don Gaetano Tornese, parroco di “Maria SS. Assunta” in Torchiarolo. Un conviviale momento trascorso presso la vicina "Masseria Priutri" (a poche centinaia di metri dalla Cappella) ha avuto termine tra abbracci e saluti fraterni!

 

Scuola Diocesana di formazione teologica