Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Anche la comunità parrocchiale di San Pietro in Lama si prepara a vivere, seppure con qualche variazione rispetto agli altri anni a causa del Covid-19, la festa del suo patrono San Pietro Apostolo.

 

 

Egli viene ricordato e onorato dalla Chiesa universale insieme a San Paolo il 29 giugno, ma la tradizione vuole che nel piccolo comune dell’hinterland leccese lo si veneri la seconda domenica di luglio. Si è dato inizio ai festeggiamenti venerdì scorso, 3 luglio con la novena, nove giorni di preghiera e di riflessione sul primo Papa, affinché prendendo come esempio la sua vita, donata totalmente a Dio, possiamo trasmettere a tutti la gioia di essere autentici cristiani e proclamare le opere ammirevoli del Padre. “Voi invece siete stirpe eletta, sacerdozio regale, nazione santa, popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere ammirevoli di lui, che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua luce meravigliosa” (1Pt 2,9).

La novena e la santa messa vespertina sono presiedute ogni giorno dal parroco don Michele Giannone, che quest’anno ha voluto sottolineare nel suo messaggio alla comunità l’importanza di questo momento di festa, affinché dopo l’isolamento al quale siamo stati costretti nei mesi scorsi, e quindi approfittando di questa occasione proficua, possiamo essere dei veri costruttori di unità, riconsiderando i nostri rapporti con gli altri, che devono essere caratterizzati da rispetto, cordialità, sincerità e fiducia reciproca.

I festeggiamenti culmineranno nei giorni di domani 11 luglio e domenica 12. Domani alle 19, la solenne celebrazione eucaristica presieduta da mons. Michele Seccia sul piazzale antistante la chiesa madre, per garantire la massima partecipazione possibile rispettando il dovuto distanziamento in ottemperanza alle norme vigenti anti-contagio da Covid-19.

Domenica, giorno della festa, le celebrazioni festive seguiranno i seguenti orari: 8-10,30-19. Lunedì, giornata di ringraziamento, le sante messe saranno alle 7,30 e alle 19 con il canto del Te Deum.

 

locandina san pietro

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus