Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

La città di Novoli può vantare di essere promotrice di un evento realizzato oggi in molte zone della diocesi di Lecce: il Campus giovani. Una settimana dedicata al divertimento per le nuove generazioni.

 

Il campus nasce da un’idea di don Gerardo Ippolito, novolese d’origine ed allora parroco della matrice di Novoli che, nel 1988, insieme ad un gruppo di amici, pensò e realizzò un tempo di aggregazione per tutti i giovani della sua comunità. Racconta don Gerardo “il primo campus, 31 anni fa, si è svolto con soli 27 partecipanti”. Guardando ai numeri odierni (quest’anno gli iscritti sono più di 120 ragazzi), si può intuire bene che di strada questa manifestazione ne ha fatta tanta e l’ha percorsa anche bene. “L’idea è venuta guardando ai campus americani come modello, da cui poi abbiamo preso anche il nome” ha continuato don Gerardo. Uno spazio di gioco, quindi, ma anche di aggregazione, incontro culturale e riflessione. Quest’anno l’appuntamento si rinnova grazie ad un nutrito gruppo di collaboratori e all’impegno di Roberto Toscano che realizza minuziosamente l’evento in uno spazio di sua proprietà nei pressi della zona industriale di Novoli.

Ospite della serata inaugurale dei giochi, insieme a don Gerardo Ippolito, anche l’arcivescovo di Lecce mons. Michele Seccia, il quale rivolgendosi ai tanti giovani partecipanti all’evento, ha così espresso la sua gioia: “credo che oggi stiamo vivendo qui quello che Papa Francesco ha detto ai giovani, «non abbiate paura di sognare», ed io credo che quando si sperimentano cose belle come queste, i sogni si scoprono a portata di mano”. Sono intervenuti, inoltre, durante la serata, anche il sindaco di Novoli Marco De Luca, l’assessore alla cultura Sabrina Spedicato, il consigliere regionale Luigi Manca e Antonio Toscano membro della commissione nazionale cultura Anci Tutti hanno espresso parole di riconoscimento e gratitudine per la grande macchina organizzativa di uno degli eventi più importanti per Novoli.

Negli anni il Campus ha mantenuto integro lo stile improntato nei suoi primi esordi. Il campus è un tempo di gioco e svago, oggi reso ancora più entusiasmante grazie alla realizzazione di una grande piscina per i giochi, ma anche e soprattutto è un tempo di riflessione. Il tema proposto quest’anno è “Madre Terra”. Un forte richiamo al rispetto dell’ambiente e al bene comune.  A tal proposito l’attuale arciprete di Novoli, don Stefano Spedicato è cosi intervenuto: “mi ha colpito il titolo scelto per questa edizione «Madre Terra: siamo ancora in tempo». Le ultime cronache hanno messo un gran punto interrogativo rispetto a questo. Io credo che fino a quando ci sono uomini e donne capaci di credere in questo sogno, quel punto interrogativo lo possiamo cambiare con un grande punto esclamativo. Basta crederci! Questa madre terra è come una mamma, come una sorella, non possiamo maltrattarla”.

Appuntamento a Novoli, quindi, sino al 4 di agosto con un programma fitto di eventi proposto dall’edizione 2019 del campus giovani.

Le foto sono di Alberto Leaci.

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it