0
0
0
s2sdefault

Domani 15 giugno si terranno a Roca Nuova, località in agro di Melendugno, i festeggiamenti in onore di San Vito Martire, promossi dalla locale Pro Loco e dalla parrocchia di San Foca in collaborazione con l'amministrazione comunale.

 

 

Una ricorrenza che trova radici molto antiche, rimasta in vita anche dopo che nella prima metà del ‘900, il paese divenne disabitato e la parrocchia di Roca Nuova venne giuridicamente annessa a quella di San Foca. Una tradizione che sin dal 1600 circa prende vita in questo borgo medievale, adeguatamente rivalutato in tempi recenti e che ancora oggi è oggetto di numerosi studi storici e archeologici.

Don Mario Calogiuri, parroco di San Foca, commenta con entusiasmo la ricorrenza: “Questa festa ci aiuta a ricordare che il borgo di Roca Nuova per secoli è stato un riferimento per i numerosi contadini e residenti dell’area rurale, un luogo di aggregazione ma anche di devozione, come testimonia la chiesa presente. Una solennità per offrire la nostra devozione a San Vito, martire della nostra Chiesa al centro del culto dei numerosi fedeli legati a questo luogo”. Per l’occasione, il borgo resterà aperto tutto il giorno, alle 19 si terrà la solenne celebrazione nel rispetto delle vigenti norme anti-contagio.

 

index 1

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus