0
0
0
s2sdefault

Il 17 gennaio si festeggia Sant'Antonio Abate, protettore degli animali, solitamente raffigurato con un maiale che reca al collo una campanella.

 


 

 

Per il settimo anno consecutivo, anche quest'anno, nel pieno rispetto delle normative sanitarie, nella parrocchia San Massimiliano Kolbe, il parroco don Antonio Murrone benedirà gli animali.

 Saranno presenti i circensi del circo Marino con i loro animali domestici, i cani soccorritori delle associazioni leccesi e tutti gli "amici a 2 e 4 zampe" dei parrocchiani.
 Sarà Benedetto anche il pane dolce, che per augurio e per tradizione viene fatto mangiare anche agli animali. Alle 10:30 ci sarà la celebrazione eucaristica. Al termine sulla piazza della chiesa, la benedizione degli animali, annunciata dallo scampanellio in onore e ricordo del Santo il cui maialino portava il campanello al collo. Saranno i bambini con i loro campanelli ad annunciarlo.
 Da qualche giorno, inoltre, è partito il contest fotografico sulla pagina Facebook della parrocchia #Ioamogli animali #Santantonioabate, cui hanno partecipato centinaia di bambini fotografandosì con i propri animali. Quasi 300 le foto già inviate!
 Quest'anno, non è prevista la partecipazione al falò tradizionale, pertanto si è pensato ad una manifestazione che potesse tradizionalmente onorare il santo del fuoco, nel rispetto delle normative vigenti pertanto cinque artisti, illumineranno le strade della parrocchia con lo spettacolo di fuoco e di luce. L'emergenza Covid impone dei limiti alla socialità, ma non tutto è perduto, basta trovare un modo alternativo e sicuro, per onorare il santo protettore degli animali.
 

 

Scuola Diocesana di formazione teologica

Forum Famiglie Puglia