Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Alcuni tesori nascosti della città di Lecce saranno a aperti straordinariamente per essere visitati, ammirati e conosciuti.

 

Stiamo parlando della chiesa di San Giacomo, sita in via Miglietta, e la chiesa di Saanta Maria della Nova in via Idomeneo, luoghi che resteranno aperti nel mese di gennaio grazie all’impegno dell’Associazione “Italia Nostra”, che per l’occasione ha trovato la collaborazione degli studenti dell’Istituto Tecnico Olivetti. I giovani infatti, impegnati in un percorso per le competenze trasversali e orientamento, terranno le chiese aperte insieme ai volontari dell’associazione, iniziativa resa possibile grazie al sostegno dell’arcivescovo Michele Seccia, come sottolinea il presidente dell’associazione Mario Maestoso: “La sezione leccese di Italia Nostra, con il grande sostegno dell’arcivescovo di Lecce, ha potuto permettere ai cittadini di poter visitare due bellissime chiese convento sconosciute ai più. La prima è la chiesa della Nova, prestigiosa struttura in stile Rococò del XV-XVII secolo che ospita i dipinti di Oronzo Tiso, il prestigioso fonte battesimale in pietra leccese oltre che numerose statue in cartapesta. La seconda invece è la chiesa di San Giacomo, caratterizzata da uno splendido pavimento maiolicato e che ospita le grandi tele attribuite a Luca Giordano e Josè de Ribera”.

 

WhatsApp Image 2020 01 11 at 12.47.33

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus