Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Celebrazioni religiose per i patroni di Cavallino, per la prima volta insieme nella secolare storia del paese.

 

 

Da quando la marchesa Beatrice Acquaviva d’Aragona introdusse il culto di San Domenico di Guzmán a Cavallino, scegliendolo come patrono e riservando alla Madonna del Monte il compatronato del borgo, non era mai capitato che le due statue, due preziosi manufatti di scuola veneziana del XVII secolo entrambe custodite nel palazzo ducale dei Castromediano, si incontrassero in chiesa.

Questo perché di consueto il simulacro della Vergine viene prelevato dal maniero per la festa della prima domenica di maggio e vi fa rientro alla fine del mese, e la statua del santo predicatore «scende» l’ultima domenica di luglio per fare poi rientro l’8 agosto.

L’emergenza Covid e l’annullamento di entrambe le feste patronali ha costretto quest’anno parrocchia e comitato a riunire in un’unica festa solo religiosa la festa dei patroni, le cui statue sono state prelevate domenica 26 luglio in forma privata e intronizzate in chiesa madre. La prima celebrazione in programma è quella in onore di San Domenico: domani 3 agosto alle 19 la solenne celebrazione eucaristica presieduta da don Andrea Zonno, parroco della chiesa dello Spirito Santo di Lequile, poi martedì 4 agosto la celebrazione eucaristica alle 19.

Sabato 8 agosto, memoria liturgia del Santo, in programma la solenne concelebrazione eucaristica in piazza Castromediano presieduta da mons. Giovanni Intini, vescovo di Tricarico, con la consegna simbolica delle chiavi della città alla statua da parte del sindaco di Cavallino Bruno Ciccarese Gorgoni. A conclusione, la statua del Santo farà rientro nel palazzo ducale.

Domenica 16 agosto, giorno del patrocinio di Maria Ss. del Monte, alle 19.30 pontificale presieduto dal card. Salvatore De Giorgi, arcivescovo emerito di Palermo. Domenica 30 agosto poi, in piazza Castromediano, la concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo di Lecce mons. Michele Seccia e il rientro della statua della Vergine nel palazzo con il canto del tradizionale «Inno a Maria Ss. del Monte» chiuderanno le celebrazioni, che saranno trasmesse in diretta sul profilo Facebook Maria Assunta Cavallino e sul canale Youtube Parrocchia Cavallino Lecce.

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus