Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

“In quest’ora,[…] non possiamo fare a meno di rivolgere con filiale devozione la nostra mente alla Vergine Maria, […] ripetendo le dolci parole “totus tuus” (tutto tuo).

Con queste parole, San Giovanni Paolo II affidava a Maria Santissima il suo ministero petrino nell'ottobre del 1978 appena eletto papa. Oggi nella sua festa liturgica e a venticinque anni dalla storica visita del santo alla città e all'arcidiocesi di Lecce, la comunità di Carmiano lo ricorda con una solenne processione e la solenne celebrazione eucaristica in piazza Immacolata.

La festa di oggi avrà una particolarità, per ricordare ai fedeli la profonda devozione mariana di Giovanni Paolo II, la processione con il simulacro del papa santo raggiungerà la cappella dove è custodita la venerata immagine di Maria SS. Immacolata, Madonna Nostra, patrona del paese, che solennemente si aggiungerà al corteo processionale, per raggiungere il cuore mariano del paese, la chiesa dell'Immacolata dove avrà luogo la solenne celebrazione eucaristica. Al termine della celebrazione l'immagine della Madonna e di San Giovanni Paolo II, verranno traslate nella parrocchia di Sant’Antonio Abate, dove il sacro simulacro della Vergine verrà intronizzato, iniziando così la preparazione per i giorni più belli per la comunità di Carmiano, quelli della festa dell'Immacolata,  che  da sempre sono il centro della vita di fede di un intero popolo che si sente intimamente legato a Maria e da Lei protetto.

San Giovanni Paolo II, a cui oggi il popolo di Carmiano si  affida, scriveva in una sua riflessione:”Avendo ricevuto da Cristo la salvezza e la grazia, la Vergine viene chiamata a svolgere un ruolo rilevante nella redenzione dell’umanità. Con la devozione mariana i cristiani riconoscono il valore della presenza di Maria nel cammino verso la salvezza, rivolgendosi a Lei per ottenere ogni genere di grazie. Essi sanno soprattutto che possono contare sulla sua intercessione materna, per ricevere dal Signore [tutto] quanto è necessario allo sviluppo della vita divina e all’ottenimento della salvezza eterna. Come attestano i numerosi titoli attribuiti alla Vergine e i numerosi pellegrinaggi ininterrotti ai santuari mariani, la fiducia dei fedeli nella Madre di Gesù li spinge a invocarLa nei bisogni giornalieri. Essi sono certi che il suo cuore materno non può rimanere insensibile alle miserie materiali e spirituali dei suoi figli”.

IMG 20191021 WA0046

 

 

scuola diocesana di formazione teologica


 

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it