Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Si sono conclusi i festeggiamenti per la festa di San Francesco d’Assisi nella parrocchia dei frati Cappuccini di Campi Salentina.

Durante la novena dedicata al santo di Assisi, si sono succeduti momenti di preghiera con il rosario francescano meditato e la celebrazione eucaristica e momenti di testimonianza con canti e letture come quello del 2 ottobre organizzato delle fraternità Gi.Fra di Campi, Squinzano e Soleto.  

Il 4 ottobre, giorno della festa, ha visto riuniti i fedeli nella partecipazione alla funzione pomeridiana presieduta dal parroco Padre Antonio Imperato e alla presenza del sindaco Alfredo Fina, dell’assessore Rita Calliari e dei consiglieri Alessandra Spalluto e Davide Caretto.

Durante l’omelia Padre Antonio ha ricordato alcuni momenti della vita di San Francesco che hanno poi portato alla nascita dell’Ordine fondato sull’umiltà e la semplicità. Francesco, “il novello pazzo”, ha vissuto una vita spesa per l’altro.  Nella sua ‘pazzia’, ha ricercato Dio in modo totale e unico e la sua è stata una ricerca fondata sull’amore vero che si apre in maniera totale al povero e all’ultimo perché espressione dell’amore del Padre.

Terminata la celebrazione eucaristica, è avvenuta la benedizione degli animali e la piantumazione di un albero come simbolo della custodia del nostro paese e del creato. Una custodia come un atto di educazione civica e di rispetto per l’ecologia.

La serata è terminata con un omaggio canoro a San Francesco dei vari cori parrocchiali organizzato dall’Ordine Francescano Secolare: un momento di raccoglimento e preghiera ascoltando alcuni dei più noti brani dedicati a San Francesco.

La sera di sabato 5 ottobre la comunità ha preso parte alla tradizionale Sagra della bruschetta allietata dalla Cover Lucio Live che ha fatto cantare e divertire grandi e piccini sulle note dei brani di Lucio Battisti.

I festeggiamenti sono terminati domenica mattina, 6 ottobre, col XXV Cicloraduno: una passeggiata ecologica tra le vie del paese e delle campagne, animata dalla Gi.Fra, che ha visto tutta la comunità riunita in gioia e fraternità.

 

CONTATTI

portalecce.it
73100 - Lecce
piazza duomo
tel. 0832.308849

redazione@portalecce.it