Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

Lecce spegne la Lazio”: è intensa l’emozione dei tifosi salentini leggendo questo espressivo titolo di Avvenire!

 

 

Finalmente la squadra pugliese torna a fare punti, vincere, sostenere concretamente la speranza di rimanere in serie A.

La Gazzetta del Mezzogiorno, quindi, sottolinea la grande importanza della bella affermazione: «Ci serve un risultato positivo che ci dia autostima ed entusiasmo». Così aveva detto alla vigilia della partita Lecce-Lazio mister Liverani… Il Lecce ritrova il successo dopo 6 ko e torna a sperare: sale a 28 punti ed è momentaneamente salvo, in attesa del Genoa.

Quanti batticuori per i tifosi! Lo rileva chiaramente il Corriere della sera: “È stata una partita convulsa, senza respiro dal 2’ (super gol annullato a Mancosu) al 99’ (assalto finale della Lazio con proteste in area)… col salvataggio sulla linea di Petriccione; due miracoli nel finale di Gabriel, pessimo nel gioco con i piedi, ma decisivo tra i pali”.

Il Corriere del Mezzogiorno esalta i protagonisti: “Impresa Lecce, eroico Lucioni. Liverani: una vittoria doppia”.

Quotidiano di Puglia annota, pertanto: “Lecce, scocca la scintilla. Tre punti da batticuore...” poi, a proposito di pagelle, rileva: “Donati da capogiro. Gabriel si riscatta” e il giornale riporta “Lo sfogo del presidente Sticchi Damiani: «Troppe critiche. Ci siamo sentiti soli».

Certo, per la squadra romana è stata proprio un’esperienza triste, da analizzare con attenzione, come sostiene il quotidiano romano Il Messaggero: “La sconfitta di Lecce è un pugno nello stomaco…Esiste una Lazio pre-covid brillante e da applausi. E una post: stanca e imballata…”.

Anche perché nella partita ci sono stati momenti bui. Il Corriere dello Sport documenta: “Patric perde la testa: il morso a Donati al 92’. Nei minuti di recupero del match perso dai biancocelesti al Via del Mare, il difensore spagnolo è stato protagonista di un folle gesto nei confronti dell'avversario”.

E, inoltre, si sono registrati errori importanti, per cui La Repubblica rileva: “Ma a sbagliare non sono solo gli arbitri: quel rigore concesso al Lecce, infatti, Mancosu l’ha spedito dalle parti della tangenziale di Lecce, dopo una sciagurata di passettini. Un errore che ha interrotto per il centrocampista una striscia di rigori segnati di fila (l’ultimo errore nel 2016)”.

Rimane, molto intensa e vivace, l’esultanza per la vittoria del Lecce, che riapre positivamente la lotta della permanenza nell’Olimpo del calcio italiano.

 

Chiesa di Lecce per il Coronavirus