0
0
0
s2sdefault

“Quest’anno, per motivi contingenti dovuti all’attuale situazione nazionale della pandemia, non sarà possibile celebrare le sante messe nelle cappelle delle arciconfraternite, il 2 novembre prossimo e durante tutto l’ottavario”.

 

 

Lo ha comunicato il vescovo di Andria, mons. Luigi Mansi, con una lettera rivolta ai sacerdoti e ai fedeli, in prossimità della commemorazione dei fedeli defunti. Una scelta adottata alla luce del fatto che “non sarà possibile mantenere il necessario distanziamento fisico previsto dalle misure di contrasto e contenimento dell’emergenza Covid-19”.

“Vi chiedo pertanto di invitare i fedeli a partecipare alla messa nelle proprie parrocchie sia il 2 novembre, sia durante tutto l’ottavario - scrive il presule -, sempre nel rispetto delle norme stabilite per le celebrazioni nelle chiese. Sono possibili i pellegrinaggi al cimitero con la partecipazione di un massimo di 30 persone, nel rispetto del distanziamento e forniti di mascherina”.
Infine, il vescovo ricorda che “la tradizione della Chiesa ha sempre esortato a pregare per i defunti, in particolare offrendo per essi la celebrazione eucaristica”.

 

Scuola Diocesana di formazione teologica