0
0
0
s2sdefault

Quasi il 60% delle bambine e adolescenti sarebbe stato vittima di molestie on-line o atti di cyberbullismo.

 

 

Il 24% di quelle che hanno subito questo tipo di violenza ha il timore di essere aggredita fisicamente, e oltre l' 80% ha perso l'autostima o si trova in condizioni di stress mentale ed emotivo.
Le molestie su internet interessano bambine e bambini fin dagli 8 anni di età, ma quelle con maggior frequenza, le subiscono coloro che hanno tra i 14 e i 16 anni.
Questa è una recente indagine della ong Plan International.
L'indagine è stata condotta in 22 paesi di tutto il mondo: 14.000 i bambini e gli adolescenti intervistati.
L'accesso ad internet, la sicurezza on-line sono un indicatore dell'uguaglianza di genere: garantire l'accesso universale, è una politica di riduzione della disuguaglianza di genere.
Al momento, però, non ci sono misure efficaci che proteggano, in modo particolare le bambine e le giovani donne, dalle molestie on-line.
L''abuso cibernetico si distingue in due categorie: quello rivolte alle bambine o adolescenti solo per il fatto di essere presenti nelle reti sociali, e le attiviste che vengono attaccate per quello che dicono.
Nel primo caso le ragazzine ricevono commenti e immagini con contenuti sessuali o subiscono estorsioni per l'invio di foto,con minaccia di pubblicare i loro contenuti senza autorizzazione
Tali comportamenti hanno generato nelle bambine e ragazze intervistate, sentimenti di paura, imbarazzo , insicurezza ansia e depressione  insieme a sentimenti di colpa e vergogna.
Nell'aprile scorso le persone utenti di internet nel mondo erano oltre 4 miliardi e mezzo, se pensiamo che il 98% delle bambine e adolescenti, oggetto della ricerca usa le reti sociali , comprendiamo bene di quali numeri parliamo.
I social preferiti sono WhatsApp 60%, Instangram 59%, Facebook 53% ed  il 74% pubblica sulle reti sociali con frequenza o commenta le pubblicazioni di altri utenti.
Possiamo ben comprendere che il cyberbullismo è attivo e presente nella rete, ed attacca in modo particolare il mondo femminile

 

Scuola Diocesana di formazione teologica