Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

0
0
0
s2sdefault

“Se ci fosse luce sarebbe bellissimo. Sport, educazione e vita” è il titolo dell’evento formativo che si terrà stasera alle 18, presso la sala della Biblioteca Bernardini di Lecce.

Per celebrare  il 75esimo anniversario di fondazione del Centro Sportivo Italiano si è scelto, come punto di riferimento, la figura di  Aldo Moro, le sue esperienze e i messaggi da lui consegnati in occasione della partecipazione ai vari momenti associativi.

Un viaggio affascinate attraverso il suo carteggio, memoria viva di un messaggio ancora di grande attualità: Aldo Moro, figlio della nostra terra,  è stato uno statista con lo sguardo costantemente rivolto ai giovani, protagonisti attivi della storia del Paese. Si evince  dalle sue parole uno stretto connubio tra azione politica e progetti educativi e associativi legati al CSI, in quanto lo sport è un momento “luminoso” , gioioso e creativo che lo Stato ha l’onere di sostenere, attraverso aiuti economici, spirituali e morali necessari per il suo sviluppo.

Un invito aperto a tutti, un momento di incontro e di dialogo con rappresentanti della Politica, dell’Università e della Chiesa locale, per riflettere, per informarsi e per formare, in quanto di tutti è  la responsabilità come “comunità educante”.

rddlocandina Aldo Moro4

 

prossimi eventi

9 Lug

Celebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo Michele Seccia

10 Lug

Celebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo Michele Seccia

11 Lug

Celebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo Michele Seccia

13 Lug

Celebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo Michele Seccia

Chiesa di Lecce per il Coronavirus